Custom Bg




Image

Glossario finanziario

Per conoscere anche un minimo il mondo finanziario abbiamo bisogno di analizzare, studiare e comprendere almeno i termini fondamentali che descrivono quest'ambito.

Fondi di investimento

I fondi comuni di investimento rientrano nella categoria degli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR) e sono veicoli di investimento che svolgono la funzione di riunire le risorse finanziarie di una pluralità di risparmiatori in un unico patrimonio indifferenziato che viene investito in attività finanziarie. Il patrimonio di un fondo comune è costituito dal complesso di beni (strumenti finanziari, crediti, liquidità o altri beni) conferiti dai partecipanti; è autonomo poichè è un'entità giuridicamente distinta sia dai patrimoni dei singoli partecipanti, sia dal patrimonio del gestore (separazione patrimoniale). La partecipazione a un fondo comune di investimento è possibile mediante la sottoscrizione di quote rappresentate da appositi certificati emessi dal fondo stesso. Tali quote incorporano uguali diritti e sono tutte di uguale valore.

Le Società di Investimento a Capitale Variabile (SICAV)

Le Società di Investimento a Capitale Variabile (SICAV), introdotte in Italia nel 1992, rientrano negli OICR (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio) insieme ai fondi comuni d’investimento. La peculiarità delle SICAV, che rappresenta anche la differenza rispetto ai fondi comuni, è che l’investitore diventa azionista della società e, quindi, acquisisce una serie di diritti patrimoniali (diritto agli utili e al rimborso del capitale a seguito della richiesta di riscatto) e amministrativi. Analogamente ai fondi comuni, il capitale di una SICAV non è fisso, ma varia in funzione delle nuove sottoscrizioni e delle richieste di rimborso. Le SICAV sono organismi di tipo “aperto”: un investitore può sempre sottoscrivere nuove azioni e chiedere il rimborso delle stesse. Da ciò si evince anche la differenza principale rispetto alle società per azioni: il capitale sociale non è fisso, ma è pari al patrimonio netto, che varia in funzione delle nuove sottoscrizioni e dei rimborsi. Le azioni rappresentative del capitale devono essere interamente liberate all’atto della loro emissione ed i conferimenti possono essere effettuati solo in denaro. Analogamente ai fondi comuni anche le SICAV possono prevedere più comparti (SICAV multicomparto) per ognuno dei quali viene emessa una categoria a sè stante di azioni; in tal caso ogni comparto costituisce un patrimonio autonomo e distinto.

CFD

I CFD sono dei Contratti Per Differenza il cui nome proviene dall'inglese "Contract For Difference" ed è un particolare tipo di strumento finanziare in cui valore/prezzo dipende da altri strumenti di investimento. Particolarmente utilizzato nelle moderne piattaforme di tradingonline, con i CFD invece di scambiare fisicamente l'attività finanziaria le parti convergono per scambiare denaro in realzione alla variazione di valore dell'attività sottostante. Capitale: Il termine capitale viene usato con varie accezioni nel campo dell'economia e della finanza. In finanza e in ragioneria il capitale si riferisce generalmente alla ricchezza finanziaria, con particolare riferimento a quella utilizzata per avviare o sostenere un'impresa. Inizialmente si assume che altri tipi di capitale (ad esempio il capitale fisico) possano essere acquistati con il denaro o il capitale finanziario, in modo che non vi sia bisogno di un'ulteriore analisi per quest'ultimo. Quindi la parola "capitale" è l'abbreviazione che sta per "capitale reale" o "beni di capitale" o mezzi di produzione. Saranno anche ignorati i problemi sull'aggregazione del capitale e il capitale di controversia.

FTSE MIB

FTSE è il principale indice di benchmark dei mercati azionari italiani. Questo indice, che coglie circa l’80% della capitalizzazione di mercato interna, è composto da società di primaria importanza e a liquidità elevata nei diversi settori ICB in Italia. Nello specifico, misura la performance di 40 titoli italiani e ha l’intento di riprodurre le ponderazioni del settore allargato del mercato azionario italiano. Azione: In Borsa, un’azione è semplicemente una frazione minima di una società ed il suo possesso consente la partecipazione alle attività della stessa e la riscossione della parte di utile distribuita tramite dividendi. Ne esistono principalmente 3 tipi: • azioni privilegiate, che consentono di partecipare alle sole assemblee straordinarie, cioè quelle convocate per eventi come la modifica dello statuto o un aumento di capitale. In cambio di questa rinuncia, il possessore riceve un dividendo maggiorato, nella misura (calcolata in termini percentuali) stabilita dallo statuto societario; • azioni ordinarie, che danno al possessore dei “diritti amministrativi” e patrimoniali quali il diritto di partecipare alle assemblee ordinarie e straordinarie, il diritto al riparto degli utili e a una quota di liquidazione nel caso di scioglimento della società; • azioni di risparmio, che non danno diritto a partecipare a nessun tipo di assemblea. Tuttavia, In cambio, il possessore avrà diritto a un trattamento di favore in materia di dividendi, secondo i principi stabiliti dallo statuto. Può essere prevista una soglia minima in caso di chiusura in utile del bilancio (ad esempio il 5% del valore del titolo), mentre in caso di bilancio “in passivo” si può disporre il rinvio del dividendo agli anni successivi (quindi la cedola non si perde, ma se ne ritarda solo l’incasso!). Ecco perché, prima di sottoscrivere un’azione risparmio o privilegiata è consigliabile leggere attentamente cosa prevede lo statuto in questi casi.

Portafoglio

Un portafoglio, in finanza, {è un insieme} di prodotti finanziari che un investitore acquista e mantiene. Un portafoglio può essere diversificato per: grado di rischio, durata, rischio di liquidità, area geografica, rischio valutario, tipologie di strumenti finanziari. Analisi di portafoglio (portfolio analysis): Valutazione dei beni mobiliari e di altre attività finanziarie di un investitore. In questo modo si ottimizza il rapporto rischio-rendimento in funzione dell'andamento dei mercati finanziari.

Borsa valori

La borsa finanziaria è il mercato regolamentato in cui vengono scambiate, attenendosi alla legge della domanda e dell’offerta, valute estere e titoli mobiliari ammessi alla quotazione, secondo norme che disciplinano ufficialmente tutte le operazioni di negoziazione, i rapporti fra gli operatori e le tipologie contrattuali ammesse. Le regole riguardano i requisiti dei titoli, la fissazione del prezzo, e le modalità di pagamento e di trasferimento del titolo. Le operazioni di acquisto e di vendita sono controllate da un organo di vigilanza che verifica il corretto funzionamento del mercato. In Italia tale organo è la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, fondata nel 1974; fra i suoi compiti vi è anche la definizione del calendario di b., che stabilisce i giorni di chiusura, quelli relativi agli adempimenti di ogni liquidazione e gli orari delle contrattazioni. Azione: Chi possiede azioni di una società commerciale Azionista di maggioranza, che possiede la maggioranza relativa delle azioni. Azionista di riferimento, che è in grado di determinare la politica di una società non solo per il numero di azioni che possiede, ma anche per la propria capacità di gestione generale e le competenze specifiche nel settore in cui essa opera.